Menù di navigazione OPCOP

ItalianoEnglish

I progetti del COP.

I progetti elaborati dall'OP COP sono sviluppati e portati avanti grazie all'esperienza tecnico commerciale acquisita negli anni e agli ottimi rapporti esistenti con istituzioni, enti di ricerca e operatori commerciali. Lo scopo di tali iniziative è quello di offrire servizi sempre più adeguati ai produttori e di fornire ai consorziati gli strumenti per essere sempre più competitivi sul mercato.

Clicca sul mese per i progetti precedenti

Una mela rossa

Elenco progetti mese di luglio.

MELE, PERE, PESCHE, KIWI - MARCHIO REGIONE VENETO QUALITA' VERIFICATA

QUALITA' VERIFICATA  è il nuovo marchio a garanzia dell’agroalimentare made in Italy, promosso da Regione Veneto e rivolto alle realtà imprenditoriali del territorio regionale e italiano che investono nell’eccellenza di sapori unici, perché certificati.

 Il Veneto, e in particolare il territorio Veronese, con la sua storia, la sua cultura, le tradizioni contadine, un’economia vocata all’agroalimentare,  con il suo clima mitigato dal lago di Garda e la fertilità del terreno garantita dallo scorrere del fiume Adige. 

Da qui è iniziato il progetto “Frutta QV”, lanciato  da Consorzio Ortofrutticolo Padano per la promozione della frutta veneta a “qualità verificata”: mele, pere, pesche, kiwi, prugne, albicocche e ciliegie,  certificati secondo i rigorosi disciplinari della Regione Veneto.

Qualità e verità sono gli ingredienti per portare sulle nostre tavole tutta la genuinità e la freschezza delle migliori materie prime locali e nazionali. È questo il senso di un progetto che premia non solo il valore intrinseco dei prodotti, ma anche la trasparenza della filiera produttiva.

 Tutta la produzione della frutta verificata adotta tecniche di coltivazione eco sostenibili, certificate da un organismo di controllo terzo: tali tecniche di coltivazioni sono  ecocompatibili con l’assenza totale o parziale dell’impiego dei diserbanti.

Non solo si seguono disciplinari rigorosi, ma si deve anche sviluppare un lavoro di squadra tra produttori, personale tecnico ed esperti per l’ottenimento di una produzione agroalimentare che, utilizzando tutti i metodi e i mezzi produttivi di difesa dalle avversità delle produzioni agricole, riduca al minimo l’uso delle sostanze chimiche, razionalizzi la fertilizzazione, nel massimo rispetto dei principi ecologici, economici e tossicologici.

Il controllo dei dati agrometeo permette di agire solo se strettamente necessario e solo se si verificano le condizioni per lo sviluppo delle malattie. Riducendo i trattamenti fitosanitari produciamo frutta più sana senza residui nel rispetto del’ambiente.
Grazie ad una rete di centraline agro-meteo, inoltre, viene controllata l’umidità del terreno permettendo quindi di effettuare le irrigazioni solo in caso di bisogno, limitando lo spreco d’acqua.

Grazie all’uso di dispenser in grado di creare confusione sessuale agli insetti e parassiti, la produzione di frutta qv può contare su una riduzione del 40/50% dei trattamenti insetticidi.

La protezione delle piante per il controllo totale dei principali insetti e riduzione dei trattamenti insetticidi del 100% avviene utilizzando speciali reti antinsetto.

Proprio questo lavoro di squadra, unito alla professionalità e all’esperienza dei produttori veneti, permette di applicare le norme previste dai disciplinari alle situazioni sempre nuove e a volte difficili che il clima o la diffusione di alcune fitopatie presentano di anno in anno.

Il progetto è stato sviluppato soprattutto per le produzioni veronesi di mela, pera, pesca, kiwi ma anche prugna, albicocca e ciliegia: l’80% del fatturato di queste produzioni regionali proviene infatti dal territorio veronese, con più di mille aziende agricole coinvolte.

 

 Con il termine “Produzione integrata” si intendono tutte le regole di produzione approvate dalla Regione Veneto. Il disciplinare di produzione segue le linee guida nazionali ed i regolamenti europei per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari a bassa tossicità per consumatori, utilizzatori e ambiente.

La produzione integrata permette la coltivazione di frutta di elevata qualità, e contemporaneamente protegge la salute umana e salvaguarda la biodiversità e l’ambiente, anche grazie all’inerbimento totale, ovvero lo sfalcio delle erbe infestanti a file alterne al fine del mantenimento della biodiversità stessa.

Grazie alle tecniche avanzate di entomofauna utile, insetti “buoni” che predano e parassitizzano e predano quelli “cattivi”: queste tecniche prevedono l’utilizzo di trappole di monitoraggio, che controllano i parassiti in base al ciclo di sviluppo degli insetti, comportando l’esecuzione dei trattamenti solo se strettamente necessari e nel momento più opportuno.

Con tali metodi si privilegiano metodi naturali, tecniche e tecnologie al fine di minimizzare l’utilizzo di sostanze chimiche di sintesi.

 

visita il sito www.fruttavenetaqv.it

 

 

Recapiti OPCOP

OPCOP 2007 - Consorzio Ortofrutticolo Padano Soc. Coop. | P. iva 02850670239 | C.F. 00168070142 | info@opconsorziopadano.it [0]